sabato 26 marzo 2022

Ancora sulla filosofia del recupero

Cari lettori,

ho già scritto in data 7.3 sulle iniziative nel mondo per recuperare strumenti d'uso comune con gruppi organizzati che insegnano a farlo.

Leggo ora che esistono anche i Repair Cafè, soprattutto il Olanda e nel Regno Unito.

Speriamo che si diffondano anche in Italia ... nel mio piccolo ho recuperato tessuti di scarti di arredamento per oggetti utili per la casa: un tappeto e due cuscini.


Fatemi sapere cosa ne pensate.

Un saluto cordiale,

Clelia

giovedì 17 marzo 2022

GALATA, il Museo del Mare


 Buongiorno cari lettori,

pur in questo periodo così triste che poco invoglia a nuove esperienze, non ho voluto disdire un impegno fissato da tempo: la visita a Genova del GALATA, il Museo del mare.

Pensavo che mi piacesse, ma si è andati oltre ad ogni più rosea aspettativa: iniziando dall'ambientazione in una vecchia darsena con pavimenti in pietra all'allestimento curatissimo sui vari settori della navigazione dal 1100 ai giorni nostri.

Si possono vedere Galee e Brigantini ricostruiti a grandezza naturale su cui si può salire, visionare antichi Codici e le lettere autografe dei grandi navigatori da Colombo a Andrea Doria.

Il tutto sistemato molto bene su cinque piani che meriterebbero diverse ore per essere visionati completamente e pertanto mi riservo di ritornarci presto per approfondire la visita. Comodo da raggiungere a piedi dalla Stazione Principe.

In aggiunta segnalo la panoramica terrazza che sovrasta il quinto piano da cui si può godere di un panorama della città che mostra la grandezza di questa potente Repubblica marinara che nei secoli ha fatto la storia. Lo consiglio vivamente !

Un caro saluto,

Clelia

lunedì 7 marzo 2022

La filosofia del recupero

 

Cari lettori,

              in questo momento di brutte notizie sulla guerra del fronte ucraino c’è poco da pensare di buono se non sperare che i negoziati abbiano esito positivo. Ci rallegriamo comunque che la Pandemia di COVID 19 stia regredendo velocemente e che presto avremo, forse, una vita quasi normale.

              Mi sembra utile e rassicurante diffondere la conoscenza del “Club dei riparatori”, nato in Argentina pochi anni fa e ormai diffuso a livello mondiale che cerca di spezzare il ciclo perverso della obsolescenza programmata che porta a  buttare quanto si rompe per ricomprarlo. Al contrario la filosofia del Club è “aggiustare tutto per buttare meno”.

              Hanno avviato tale circolo virtuoso facendo incontrare persone in possesso di oggetti rotti con altre capaci di ripararli che fossero anche disposte ad insegnare come farlo, gratuitamente. Dopo pochi incontri nei quali le cose andavano sorprendentemente bene, i partecipanti hanno continuato ad aderire a questi incontri definiti “open source” e hanno creato un Movimento di Riparatori e Utenti, tutti volontari.

              Questo sistema operoso fa di tutto per allungare la vita degli oggetti evitando che diventino rottami anzitempo così combattendo la cultura dello scarto; ragionamento quanto mai utile in quanto – se buttiamo troppo – generiamo più rifiuti di quanti il pianeta sia in grado di sopportare.

              L’energia che si crea in tali eventi è indescrivibile perché non solo si aggiustano le cose, ma si riallacciano i legami tra le persone che – durante la Pandemia – si sono ulteriormente sfilacciati e necessitano pure essi di una sistemazione.

              Inoltre con gli scenari di guerra che lambiscono l’Europa mi sembrano questi ragionamenti virtuosi quando mai opportuni.

              Credo che ci siano già collettivi simili anche in Italia e mi piacerebbe sapere dove; in ogni caso il concetto principale da diffondere o rafforzare mi sembra quello di una cultura capace di prendersi cura delle cose e delle persone, con particolare attenzione alla sostenibilità.  

Un caro saluto e a presto con altre riflessioni,

Clelia


Cultura a CHIAVARI

       Cari Lettori, da oltre un mese non scrivo nulla, ma - a parziale discolpa - ho affrontato con successo un trasloco impegnativo propri...

BENVENUTI!