lunedì 25 gennaio 2021

Resilienza in salsa creativa

 Carissimi lettori,

siamo nuovamente mappati a colori in ambito COVID-19 e, seppur con una certa rassegnata stanchezza, anche questa volta, dovremo attenerci ai divieti imposti dal nuovo DCPM per affrontare il periodo forse più impegnativo della Pandemia. Impegnativo perché, a seguito dell’arrivo del Vaccino Anti Covid, lo sforzo più grande sarà sicuramente cercare di non abbassare la guardia sebbene, all’orizzonte, cominci ad intravedersi un po’ più di luce.

La Resilienza, dote che, proprio per questo, dobbiamo per necessità rafforzare, ci impone di trovare delle vie d'uscita antistress che ci aiutino a superare questo momento così delicato con pazienza ed equilibrio.

Proprio a questo proposito, vi riporto quanto letto recentemente in merito alla Lanoterapia, ossia la cosiddetta knitting therapy, un’arte che gli anglosassoni hanno sviluppato già da tempo e che tanti Ospedali e Case di Riposo italiane stanno recentemente scoprendo e adottando come cura coadiuvante di varie terapie, per lo più destinate alle donne.

Tra le realtà che hanno deciso di attuare questa terapia, vi segnalo l'Associazione GOMITOLOROSA che, recuperando le lane di scarto, che altrimenti finirebbero bruciate o abbandonate nei campi, s’impegna a creare dei gomitoli di pura lana vergine. Oltre a queste, l’associazione riutilizza anche alcune lane sudice derivate dagli scarti di lavorazione. L’obiettivo è dotarle di una “seconda vita” una volta nelle mani di chi le lavorerà, combattendo così ansie e tensioni.

Infatti, come alcuni studi confermano, quando si lavora a maglia o all'uncinetto, e, in generale, quando ci si dedica a lavori manuali, il flusso dei pensieri si interrompe.  A seguito di questo, la mente finalmente resta in silenzio, diminuisce la tensione muscolare, il cuore rallenta e si abbassa la pressione sanguigna. Si entra a quel punto in uno stato di profondo rilassamento psico-fisico molto simile a quello della meditazione.

Leggendo bene di cosa si tratta, ho capito perché l'unica cosa che mi calmava nell'ultimo intenso periodo lavorativo del 2017 era proprio il dedicarmi a quadretti multicolori fatti all'uncinetto per l'ennesima coperta americana😊   

Da allora non mi ci sono più dedicata, ma ora, approfittando di questo surplus di tempo libero dettato dalla Pandemia, intendo tirar fuori tutti i gomitoli avanzati e recuperarne altri per dedicarmi nuovamente a questo appagante hobby. Grazie ai tanti tutorial presenti su Internet potrò finalmente cambiare genere di creazioni e, in tal modo, mani, mente e cuore saranno occupati.

Sperando che questo mio suggerimento vi sia di aiuto per passare con serenità questi mesi, ne approfitto per rivolgervi una domanda a cui spero risponderete… Utilizzate anche voi qualche altro metodo antistress per questi periodi di semi-reclusione dovuti all’Emergenza Covid?

Se così fosse, v’invito a raccontarmelo! Vi aspetto!

Un caro saluto,

Clelia                                                        

Nessun commento:

Posta un commento

Cultura a CHIAVARI

       Cari Lettori, da oltre un mese non scrivo nulla, ma - a parziale discolpa - ho affrontato con successo un trasloco impegnativo propri...

BENVENUTI!